Consulto Ayurvedico

Il consulto Ayurvedico

Hai mai provato una consulenza con un dottore specializzato in medicina Ayurvedica?

Quando andiamo dal medico, ci viene data una diagnosi esaminando i risultati delle nostre analisi, indicano la probabile malattia e ci prescrivono compresse e vitamine di origine chimica.

Nell’Ayurveda la diagnosi significa comprensione del paziente, non della malattia.

L’Ayurveda indica che il cattivo stato di salute e altri sintomi si verifichino a causa dello sbagliato uso della vitalità, che a sua volta è definita uno squilibrio nella costituzione.

Il medico Ayurveda determina la prakriti e la vikriti, ovvero la costituzione individuale della persona alla nascita, che determina la salute e le tendenze che possono determinare le malattie. La vikriti è la condizione presente, lo squilibrio, la natura secondaria.

La diagnosi del polso e altri metodi per determinare lo stato di salute

I metodi di diagnosi sono diversi. Può essere usato l’ascolto del polso, l’osservazione di varie parti del corpo quali lingua, sclera, capelli ed unghie. I medici del Kerala usano spesso la diagnosi dei punti marma, i punti energetici presenti nel corpo.

Inoltre, possono essere utilizzate anche le tecniche occidentali come la palpazione, l’ascolto del respiro, la misurazione della pressione, infatti nel programma delle moderne università ayurvediche anche questo è presente.

Il dottore avendo studi di medicina generale è in grado di leggere i risultati della ricerca di laboratorio, ma tratta gli squilibri che insorgono nella costituzione individuale nel suo complesso.

Come valutare la qualifica del medico

Il medico deve aver conseguito una laurea chiamata “B.a.m.s”, questo percorso di studi ha una durata di 5 anni e mezzo in una delle 236 università ayurvediche in India.

Chi ottiene questo titolo è buon medico specialista.

Per essere chiamato dottore, il medico deve proseguire per 3 anni e mezzo, sempre in India per proteggere il lavoro scientifico e ottenere il livello di equivalenza al candidato di Scienze mediche.

Di solito i medici non solo praticano, ma insegnano anche in università specializzate in tutto il mondo.

E’ raro trovare un medico Ayurveda di tale formazione.

Inoltre, in India, possiamo trovare dottori istruiti attraverso la continuità familiare. Possono avere un’educazione formale o non averla affatto, il loro sapere è basato sulla conoscenza antica, tramandata di generazione in generazione.

Iniziano la loro formazione da giovani attraverso la raccolta di erbe insieme a suo padre e suo nonno, producendo preparati di ingredienti selezionati individualmente e utilizzandoli in speciali ricette di famiglia. Questi medici risiedono abitualmente nei loro villaggi nell’entroterra indiano, e non conoscendo la lingua inglese, nella maggior parte dei casi, i pazienti stranieri non possono essere visitati.

I medici rurali ritengono che le malattie non possano essere trattate, se non si fosse pronti a cambiare completamente la dieta, lo stile di vita e di  pensiero.

“L’albero è noto per i suoi frutti e il medico come risultato del trattamento. “

La lettura del polso e l’alimentazione ayurvedica

La diagnosi ha un approccio olistico: tratta il paziente in maniera globale.

Il trattamento è diretto al ripristino dell’equilibrio tra le tre forze, chiamate kapha, Pitt e lana (costruzione, bruciore e pulsazione).

Dopo la consulenza vengono consigliate una dieta individuale, esercizio fisico, medicine ayurvediche naturali, procedure e massaggi con olio, esercizi di respirazione e disintossicazione ayurvedica chiamata panchakarma.

Una dieta in accordo con la propria costituzione è particolarmente importante.

Le persone sono tutte diverse ed un cibo è una medicina molto potente, può andar bene per una persona ma può essere dannoso per l’altro creando così l’insorgere della malattia.

L’Ayurveda ritiene che con un’alimentazione corretta e le giuste abitudini si stabilisca il metabolismo ottimale e quindi si eviti l’insorgere delle tossine.

Purificare il corpo

Le tossine danneggiano la salute e portano la maggior parte delle malattie, con sintomi tutti diversi.

Il medico può anche solo consigliare un erba per uso quotidiano come integratore, per eliminare lo squilibrio provocato dalle tossine.

La maggior parte dei clienti che si avvicinano alla consulenza ayurvedica sanno che prevenire la malattia sia meglio che curarla.

Queste persone sono interessate a conoscere la loro costituzione ed adottare la dieta corretta nella quotidianità, così come anche a fare un periodo detox ayurvedico.

Spesso si avvicinano coloro che sono delusi dalla medicina ufficiale per ottenere aiuto nel trattamento delle malattie croniche, ed anche per quelle malattie che sono considerate incurabili dalla medicina ufficiale.

Il Dottor Praveen Surendranpillai Vasanthakumari Amma

Il Dottor Praveen Surendranpillai Vasanthakumari Amma

Il consulto ayurvedico è tenuto dal Dottor Praveen Surendranpillai Vasanthakumari Amma, discende da famiglia di medici ayurvedici ed è laureato alla facoltà di medicina dell’Università Rajiv Gandhi in Bangalore, Karnataka, ha ricevuto il suo B.A.M.S. in K.V.G. Ayurvedic Medical College di Sullia.

Ha una specializzazione nel trattamento delle malattie dell’apparato muscolo-scheletrico e della schiena, nella terapia dei marma, nel panchakarma, nel trattamento dell’artrite, nei problemi neuromuscolari e nelle lesioni sportive.

Possiede delle ulteriori formazioni mediche che includono anche esperienze in loco in diverse eminenti Istituzioni Mediche in India come Triveni Nursing Home a Trivandrum, Vaydhiamadam Ayurveda Infermieristica a Palakkad e Dhatri Ayurveda Hospital a Kollam.

Ha conseguito il diploma in Hatha Yoga nel famoso Sivananda Ashram nel sud del Kerala, che ha allevato più di una generazione di istruttori di yoga.

Il Dottor Praveen ha 9 anni di esperienza nelle cliniche ayurvediche del Kerala ed esercita a San Pietroburgo da più di quattro anni.

La sua missione è aiutare le persone a fare la propria vita modo più felice e salutare.